L'Industria

L'Industria

Lo schema del Piano è stato reso pubblico l'11 ottobre 2013, circa un mese dopo la scadenza indicata dalla  legge 89 per la sua predisposizione e proposta al Ministro dell'Ambiente, (il termine indicato nella L. 89 è sessanta giorni dalla nomina del comitato di tre esperti incaricati della redazione).L'11 novembre è scaduto il termine per la presentazione di eventuali Osservazioni, che avrebbero dovuto essere valutate dal comitato ai fini della definitiva proposta entro il termine di centoventi giorni dalla nomina del comitato stesso.Dalla data di presentazione della proposta definitiva, sempre…
Con una lettera inviata il 2 dicembre (disponibile in forma integrale negli allegati)  firmata da Lunetta Franco, presidente di Legambiente Taranto, e da Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia, l'associazione  ha richiesto al Ministro Ministro dell'Ambiente di  intervenire al fine di procedere con urgenza alla adozione della versione definitiva del Piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria , previsto dalla Legge 89/2013, che prevede le azioni e i tempi necessari per garantire il rispetto delle prescrizioni di legge e dell'A.I.A.Nella lettera, inoltre,  Legambiente interviene sulle indiscrezioni circa il contenuto dell'ennesimo decreto…
Oltre settanta le Osservazioni al Piano ambientale Ilva prodotte da Legambiente in un documento di sedici pagine (la versione integrale è disponibile in allegato) articolato in cinque capitoli e redatto per l'associazione da Leo Corvace. Dopo alcune prescrizioni di carattere generale vengono fornite indicazioni dettagliate per quello che riguarda l'Aria (e, quindi, gli impianti Cokeria, Altiforni, Agglomerato, Acciaierie ed il Piano di controllo e monitoraggio ambientale), le Acque e gli Scarichi a mare, Rifiuti e Discariche, le Bonifiche e, infine, i Rischi di incidenti rilevanti.Legambiente ribadisce innanzitutto che, ad un…
Egregi Ministri,in occasione della vostra venuta a Taranto desideriamo presentarvi le nostre considerazioni e richieste in merito ai temi oggetto del convegno organizzato dall'Arcidiocesi di Taranto.Ancora ieri i giornali riportavano stralci di una relazione dei custodi giudiziari degli impianti Ilva, in cui vengono denunciate le inadempienze dell'azienda sia rispetto all'attuazione delle prescrizioni dell'AIA sia in merito alle pratiche operative da attuare per far marciare gli impianti nella maniera più corretta e, di conseguenza, meno impattante sull'ambiente. E' l'ennesima denuncia, dopo quelle dell'Ispra e dell'Arpa Puglia, di una gestione aziendale che…
Sembra assurdo che possa succedere proprio ora, nel momento della massima espansione delle rinnovabili nel mondo, quando efficienza energetica e fonti pulite rappresentano le parole chiave dello sviluppo sostenibile e auspicabile per il pianeta. Sembra assurdo che succeda proprio a Taranto, dove l'impegno dello Stato per garantire un futuro occupazionale ai cittadini, che non sia per forza dannoso per la salute e l'ambiente, dovrebbe essere esplicito e prioritario. Eppure è proprio così: nel giro di pochi giorni le fabbriche dell'eolico e del fotovoltaico (la Vestas e la Marcegaglia Buildtech) chiudono…
Ilva, Legambiente ha  incontrato oggi il sub Commissario Edo Ronchi, esprimendo la sua forte preoccupazione per la dilatazione dei tempi e per il reperimento delle risorse per ammodernare l'impianto di Taranto.  Legambiente ha posto  a Ronchi  dieci richieste sulle questioni più urgenti da affrontare."Siamo molto preoccupati per la dilatazione dei tempi degli interventi previsti e per il reperimento delle risorse economiche a disposizione del Commissario, per procedere urgentemente e concretamente all'ammodernamento radicale dell'Ilva. La città pugliese ha un urgente bisogno di rinascere e per farlo è fondamentale trasformare l'impianto siderurgico obsoleto…

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy | Cookie Policy