Lunedì, 05 Novembre 2018 16:37

Dal Bosco Cuturi al Monte dei Diavoli poi al bosco di Rosamarina: domenica 25 ottobre. Con Legambiente

Domenica 25 ottobre , meteo permettendoandiamo  nelle terre del primitivo, a Manduria.
Cominceremo la mattinata partendo dal Bosco Cuturi .
Esteso per più di 35 ettari, il Bosco Cuturi fa parte, insieme al bosco di Rosamarina,  della Riserva naturale regionale orientata del Litorale tarantino orientale ed è ciò che resta delle migliaia di ettari di fitta vegetazione spontanea che in passato ricopriva gran parte di questo territorio: la foresta oritana, proprietà di Federico II. L'area presenta un fitto sottobosco tipico della macchia mediterranea e costituisce un habitat ideale per numerose specie animali.
Percorreremo la strada che lo costeggia e poi, attraverso i terreni circostanti, tra gli uliveti e le vigne coltivati a primitivo, raggiungeremo il Monte dei Diavoli e il bosco di Rosamarina . Il Monte dei Diavoli è il rilievo roccioso più alto nel territorio di Manduria anche se la sua alttezza è modesta, solo 117 metri. Si innalza isolato nel mezzo di una vasta area pianeggiante è circondato da una ampia zona di macchia mediterranea ancora incontaminata, dove è possibile trovare aree di prato di folta e bassa vegetazione selvatica. Un vero colpo d'occhio dal punto di vista paesaggistico
Tornati al Bosco Cuturi, dopo la colazione al sacco, nel pomeriggio ne seguiremo i sentieri che lo attraversano per poi, alla fine,  spostarci in auto a Manduria per una passeggiata nel  centro storico .

Programma
Raduno alle ore 8.45, in via Venezia alle spalle del Palamazzola, con partenza entro le ore 8.50
Si utilizzeranno mezzi propri per raggiungere il Bosco Cuturi
Partenza da Bosco Cuturi. ore 9.45
Colazione al sacco, a cura di ogni partecipante
Rientro a Taranto in serata

Adesioni
Per partecipare è  necessario essere in buona forma fisica e dare la propria adesione al massimo entro  giovedì 22 ottobre scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   indicando anche, se non si è già soci Legambiente, un recapito telefonico in modo da essere ricontattati per ricevere la conferma di partecipazione  o per eventuali comunicazioni urgenti.  

A causa della emergenza covid19 :
-  alla escursione potranno partecipare  massimo 25 persone: nel caso le adesioni superassero il numero massimo di partecipanti previsto verrà rispettato rigidamente l'ordine di prenotazione. 
- tutti i partecipanti dovranno attestare di non avere febbre (oltre 37.5°) o sintomi influenzali
- per raggiungere il Bosco Cuturi  ognuno utilizzerà " mezzi propri".
- durante l'escursione sarà obbligatorio, in base alle disposizioni vigenti, l'uso di mascherina ed il rispetto delle distanze di sicurezza. 

Il percorso, di circa sette chilometri, con lunghi tratti su stradine asfaltate, non prevede particolari difficoltà escursionistiche: si consigliano abbigliamento a cipolla, adatto ad una escursione, e scarpe comode e basse, meglio se da trekking, E' opportuno portare con se la  borraccia per l'acqua e la colazione al sacco.

Un contributo all'associazione:
A chi partecipa all'escursione chiediamo un contributo volontario all'associazione che suggeriamo pari a 5 euro. 

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy | Cookie Policy