Giovedì, 12 Marzo 2015 20:13

Il Giardino del Bio: domenica 22 marzo in Piazza Immacolata torna il mercatino di prodotti biologici e artigianali promosso da Legambiente

Per dare un contributo a far conoscere i prodotti biologici e permettere l'incontro tra produttori e consumatori, Legambiente Taranto ha già organizzato l'anno scorso, durante la "due giorni" di FestAmbiente Lavoro un mercatino bio e, a dicembre, la prima edizione di Il Giardino del Bio, mercatino di prodotti biologici e artigianali. 
In queste occasioni abbiamo potuto parlare con tanti cittadini e spiegare che l''agricoltura biologica produce alimenti sani e non inquina l'ambiente, tutela la biodiversità, promuove il consumo critico garantendo un giusto reddito all'agricoltore. Contrariamente alle pratiche agricole di tipo intensivo non contamina i suoli con pesticidi chimici, facilita la conservazione delle specie autoctone, preserva le tecniche di coltivazione tipiche e favorisce il risparmio di energia e acqua.

Scegliere biologico è uno stile di vita che Legambiente vuole sviluppare anche a Taranto per favorire, nella nostra città, il consumo di prodotti buoni, sicuri, di qualità, locali e sostenibili. Per questo abbiamo deciso di dare continuità all'appuntamento con Il Giardino del Bio e di tornare ad organizzarlo con cadenza mensile, sempre di domenica, in Piazza Immacolata.

Il primo appuntamento è per domenica 22 marzo dalle ore 10 alle ore 20

Poi Il Giardino del Bio tornerà ad aprile e a maggio.
Saranno occasioni non solo per acquistare prodotti biologici, ma anche per incontrare e parlare con chi li produce, conoscere la loro storia, la storia di cibi a "denominazione d'origine raccontata" e delle persone che ne hanno cura.

In piazza con Legambiente, a raccontare e a far conoscere il frutto del proprio lavoro, domenica 22 ci saranno:
la Masseria Gargaleo dell'Azienda Agricola Pitrelli di Nova Siri, l'Azienda Agricola Clarabella di Antonio Bernardi di Castellaneta Marina, l'Azienda Agricola Germano Pasquale di Rotondella, l'Azienda Agro-Zootecnica Casearia di Stellato Maria di Chiaromonte, l'Azienda Agricola Del Giudice Nicola di Ginosa, l' Azienda Agricola Nunzio Fornari di Castellaneta Marina, l'azienda Le Cestarelle di Marco Capano e Marianna De Benedetto di Taranto, l'Azienda Agricola Querceta delle Masserie Amiche di Putignano, la Pasticceria " La Vie en Rose" di Maria Guarino e Donatella Cito di Taranto, l'Apicoltura salentina di Romano Giuseppe di Copertino e la Libreria Gilgamesh di Maria Putignano, di Taranto

Vogliamo così sostenere e valorizzare un settore che negli ultimi anni è cresciuto enormemente nel gradimento di consumatori più informati e attenti e che, per gli indubbi vantaggi sociali, ambientali ed economici, è oggi sono parte integrante della Green Economy.
Oggi l'agricoltura biologica rappresenta una grande opportunità che crea nuove prospettive occupazionali per tantissimi giovani. Gli agricoltori coinvolti sono fortemente radicati sul territorio, attraverso l'applicazione di metodi di produzione legati alla storia, la cultura, l'economia e l'ambiente locale rappresentando cosi un importante ed indispensabile presidio di tutto il territorio nazionale. Proprio per questo il settore va sostenuto e difeso da tutte le insidie, in particolare dagli OGM

In piazza porteremo le proposte di Legambiente:
- promuovere l'adozione dell'agricoltura biologica come tecnica di produzione rispettosa della sicurezza alimentare dei consumatori
- investire nell'agricoltura biologica come sistema produttivo sostenibile, in grado di ridurre le emissioni inquinanti attraverso una maggiore capacità di sequestro di CO2 nei suoli
- implementare la conoscenza dei prodotti da agricoltura biologica, anche di quelli non alimentari
- applicare l'agricoltura biologica per il recupero di antiche coltivazioni, razze e varietà vegetali locali
- sostenere la conversione all'agricoltura biologica per ridurre la dipendenza da pesticidi e fertilizzanti

Tra i produttori che parteciperanno al Giardino del Bio molti sono produttori di riferimento del G.A.S., il Gruppo d'Acquisto Solidale promosso da Legambiente a Taranto con cui si può continuare a scegliere biologico tutto l'anno.
Olio, farina, pasta, legumi, agrumi tutto l'anno e altra frutta nei mesi di maggio e giugno, uva in autunno, verdure, ortaggi, insalata, carne, fagioli e canestrato di Moliterno, pastizz e falagone di Rotondella, latticini, conserve, sottolii, miele, pane, focaccia, friselle, dolci: tanti i prodotti biologici e OGM FREE che, ovviamente secondo stagionalità e disponibilità, possono essere ordinati partecipando al G.A.S.

Il G.A.S promosso da Legambiente Taranto ha ormai più di tre anni di vita. Gli ordini si fanno via mail. Le consegne dei prodotti ordinati sono settimanali e avvengono il mercoledì' presso la sede di Legambiente in via Temenide 30a dalle ore 19.00 alle ore 20.00 Per avere tutte le informazioni basta scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  indicando il proprio nome e un numero di telefono in modo da essere ricontattati e fissare un incontro.

Gli attuali produttori del G.A.S. promosso da Legambiente a Taranto sono:
- l'Azienda Agricola Pitrelli di Nova Siri,
- l'Azienda Agricola di Marco Campobasso di Castellaneta Marina,
- l'Azienda Agricola Clarabella di Antonio Bernardi di Castellaneta Marina,
- l'Azienda Zootecnica di Giuseppe Viviano di Tursi,
- l'Azienda Agricola Germano Pasquale di Rotondella,
- l'Azienda Agro-Zootecnica Casearia di Stellato Maria di Chiaromonte,
- l'Azienda Agricola Luigi Lanzo di Avetrana,
- il Pastificio di Stigliano Fattincasa di Delle Fave Nunzia & C. snc.,
- l'Azienda Agricola Santoro Maria di Moliterno,
- l'Azienda Agricola La casa degli uccellini di Marilù Scrimieri, di Martina Franca,
- l'Azienda Agricola Del Giudice Nicola di Ginosa,
- l'Azienda Agricola Nunzio Fornari di Castellaneta Marina

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy | Cookie Policy