Consapevolezza Ambientale

Consapevolezza Ambientale

Anche quest'anno abbiamo fatto il punto dei residui negli alimenti, anche stavolta abbiamo trovato che il 35,32% dei campioni regolari esaminati presentano uno o più residui di pesticidi, seppur nei limiti di legge. Contate circa 97 sostanze attive differenti. Un campione di pere con 12 residui, uno di ciliegie con 10 residui, uno di prugna con 9 residui. La frutta si conferma la categoria più interessata. Oltre il 50% dei campioni contiene uno o più residui. Tra questi, l'uva da tavola (85,71%), le pere (82,14%), le fragole (71,79%) e le pesche (67,39%). Tra…
Nel 2020 destinati 34,6 miliardi di euro ai sussidi ambientalmente dannosi, eppure ben 18,3 miliardi sono eliminabili entro il 2025 cancellando ad esempio quelli previsti per le trivellazioni e i fondi per la ricerca su gas, carbone e petrolio.Il dossier 2021  "Stop ai sussidi ambientalmente dannosi" scaricabile in versione integrale dagli allegati.Legambiente: "Si inserisca nella prossima legge di Bilancio la cancellazione di tutti i sussidi ambientalmente dannosi entro il 2030 e si definisca una roadmap di uscita dalle fossili che preveda interventi entro il 2025.Nonostante le tante parole di questi anni, l'Italia continua…
Riforma della Giustizia. Appello di Legambiente, Libera, WWF e Greenpeace al Governo Draghi: "Nessuna scadenza per il disastro ambientale"Le quattro associazioni chiedono a gran voce che, accanto ai reati di mafia, terrorismo, violenza sessuale aggravata e traffico di stupefacenti, anche il disastro ambientale sia inserito nella lista di quelli per cui non scatta l'improcedibilità"La storia del nostro Paese è segnata da disastri ambientali che soltanto dopo l'introduzione nel Codice penale del delitto 452 quater sono oggi al centro di processi come quello sull'ex Ilva o sulla discarica Resit in Campania,…
"Sono diversi i miglioramenti apportati al Piano nazionale di ripresa e resilienza del nostro Paese elaborato dal governo Draghi. Un lavoro che però consideriamo solo all'inizio, perché il PNRR non è pienamente coerente con le politiche europee ispirate al Green Deal e alla transizione ecologica e non è adeguato alle sfide ambiziose che la salute del Pianeta ci impone", sono queste le prime parole di commento di Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente al nuovo PNRR dopo la presentazione del premier Draghi e l'approvazione del Parlamento e in occasione della…
Un'Italia più verde, più vivibile, innovativa e inclusiva. Così potrà diventare la Penisola da qui al 2030 se saprà utilizzare al meglio le opportunità e le risorse che l'Europa ha messo a disposizione dell'Italia con il Next Generation EU (NGEU). Di ciò  è convinta Legambiente che, per dare una "scossa" alla recente discussione poco centrata sui contenuti,  ha presentato il suo Recovery Plan ( *scaricabile dagli allegati ) ,frutto  di un lungo dialogo durato 5 mesi con istituzioni, imprese, associazioni, sindacati, e di una scrittura collettiva e condivisa. Il documento in questione…
Nel 2020 sono 35 i capoluoghi di provincia fuorilegge per polveri sottili. Torino maglia nera con 98 giorni di sforamenti, seguita da Venezia (88) e Padova (84). Tra le città del centro sud il primato spetta ad Avellino (78) e Frosinone (77). Preoccupa anche il confronto con i parametri OMS: 60 le città italiane che registrano una media annuale di Pm10 superiore a quanto indicato dall'OMS. Legambiente: "L'Italia è indietro sulle azioni da mettere in campo per ridurre l'inquinamento atmosferico. Basta deroghe, servono misure più coraggiose e concrete a partire da mobilità sostenibile ed uso…

Articoli correlati

Legambiente, Circolo di Taranto - Via Temenide 30/A • Web Agency: Capera.it

Privacy Policy | Cookie Policy